Loading
15Set 2017

0

5015

0

5 consigli per ripartire al meglio dopo le vacanze

Senza categoria by Angelo Casagrande

Secondo Confucio se si sceglie un lavoro che si ama non si lavorerà mai un giorno nella propria vita.
Pur concordando con il filosofo Cinese, sappiamo benissimo che il rientro dalle vacanze può essere traumatico, nonostante l’amore incondizionato che possiamo provare nei confronti dell’attività che svolgiamo quotidianamente.


Ma nessun problema, se ti senti stanco, svogliato, o semplicemente improduttivo, eccoti alcuni consigli che ti aiuteranno a (ri)prendere il ritmo di sempre.

1) Ritmo
Partiamo proprio da qui.
Se non corri da tempo trovi impossibile poter correre oltre 10km alla prima corsetta giusto?
Ecco, sul lavoro o nello studio accade la stessa identica cosa.
Non puoi pretendere di essere subito una macchina che resta per 8/9/10 ore concentrato sul proprio lavoro. Ci vuole tempo, se studi, inizia gradualmente, se lavori, concediti delle pause.

2) Pause
Le pause sono importantissime, sarebbe l’ideale staccare ogni 2 ore per almeno 10 minuti.
Alzati, sgranchisci le ossa, prenditi un caffè o un bicchiere d’acqua.
In questo modo il nostro corpo e soprattutto il cervello riescono a riposarsi e ad immagazzinare quanto abbiamo appreso nelle due ore precedenti.
3 ore di studio/lavoro con una pausa sono molto più produttive di 4 ore filate.
In questo caso, essendo al rientro, se ti è possibile allunga la pausa di 5 minuti, noterai fin da subito che appena ti rimetterai al lavoro sarai molto più produttivo.

3) Focalizzazione
Focalizzazione è un termine che si può applicare a qualsiasi ambito della nostra vita, affrontare una cosa alla volta è la chiave per evitare stress inutile e raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti.
1000 mail da leggere? Centinaia di pagine dei più disparati argomenti? Non affannarti e non andare nel pallone.
Inizia scegliendo ciò che ha una priorità maggiore e man mano scala, evita di fare più cose contemporaneamente, a maggior ragione se sei al rientro: essere multitasking è sì, un pregio, ma si rischia di fare “tanto e male”, soprattutto all’inizio è meglio preferire il “poco ma bene”.

4) Saper sempre cosa fare
Qui ci riagganciamo direttamente al punto precedente, va benissimo focalizzarsi su una cosa alla volta, ma è altrettanto importante sapere cosa fare dopo.
Crea una to-do list per navigare tra le molteplici cose da fare dettate dal rientro, falla al mattino e completa una task dopo l’altra.
Essere sempre organizzati è il miglior amico della produttività, passo dopo passo si va lontano, ma devi sempre sapere in che direzione devi compiere il successivo.

5) Integratori
Gli integratori alimentari sono da sempre il miglior amico dell’uomo (dopo il cane ovviamente).
Avete mai sentito parlare di Mind the Gum?
Mind the Gum è un integratore alimentare contenente al suo interno 15 componenti attive (tra cui la caffeina, la teanina e la fosfoserina) appositamente studiate per memoria, concentrazione ed energia.
A metà pomeriggio ti senti stanco e improduttivo? Mastica una Mind the Gum e noterai fin da subito tutti i suoi benefici.
La scelta stessa del chewing gum non è casuale.
Secondo diversi studi infatti un semplicissimo chewing gum è in grado di diminuire lo stress e migliorare la concentrazione. Ed è proprio su ciò che si basa Mind the Gum. A questi due incredibili benefici vanno sommati quelli delle 15 componenti attive contenute al suo interno e che puoi visionare qui.

Che aspetti? Riparti al massimo, riparti con Mind the Gum. Puoi acquistarlo nelle migliori farmacie oppure direttamente sul nostro ecommerce.

Comments (0)