Come combattere la stanchezza primaverile

 In Non categorizzato

“Che stanchezza”, “Che sonno”. “Non ho più energie” sono frasi che ripeti spesso in questo periodo?

Non ti preoccupare, sei in buona compagnia. Nel periodo primaverile questi acciacchi sono quelli che vengono definiti i classici malanni di stagione o, in questo caso, “Mali di primavera”.
Le cause principalmente sono 2:
-Sbalzi di temperatura, tipici soprattutto del mese d’Aprile, dove un giorno possono esserci 25 gradi e il seguente 10.
-Variazione del quantitativo di luce diurna

Il modo più semplice per combatterli? L’alimentazione!

Una sana alimentazione è sempre alla base di ogni corpo che funziona correttamente ed è di fondamentale importanza. In questo periodo lo diventa ancora di più.
Le cause della famigerata stanchezza primaverile sono spesso legate ad una carenza vitaminica.
In particolare a tal proposito sono sicuramente quelle del gruppo B, che regolano l’assimilazione dei carboidrati (la nostra principale fonte d’energia) e delle altre vitamine.
Altra vitamina molto importante è sicuramente la C, che, oltre ad avere importanti effetti antiossidanti, che mantiene efficiente il sistema immunitario.
Fondamentale anche la vitamina D, da sempre associata alla salute delle ossa ma non solo, poiché di recente, nuovi studi le hanno attribuito un ruolo importante nella prevenzione della depressione e nel mantenimento del tono umorale. Oltre alle vitamine, specie in primavera non si può sottovalutare la funzione dei minerali.

Combattila con i legumi!

Un alimento che ha quasi del miracoloso sono i legumi: essi infatti contengono infatti un perfetto equilibrio tra carboidrati e proteine, risultando una fonte energetica sia per il breve che il lungo periodo, ideali per chi ha bisogno di un apporto energetico ben distribuito di energia durante tutto l’arco della giornata.

I legumi sono anche ricchi di minerali come magnesio, ferro, potassio e fosforo.
Il ferro, di cui sono davvero ricchissimi, contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario, che potrà proteggere efficacemente il nostro corpo dagli agenti patogeni esterni e nei momenti il cui il nostro organismo risulta essere più vulnerabile: i periodi di maggiore stress.
Il loro contenuto di magnesio contribuisce a migliorare la circolazione del sangue, contrastando la sensazione di stanchezza e spossatezza a livello sia fisico che mentale.

Sono anche fondamentali per chi segue una dieta vegetariano o vegana, perché I legumi sono ritenuti in grado di sostituire la carne per quanto riguarda l’apporto di ferro e proteine. Rispetto alla carne, essi contengono una minore quantità di calorie e grassi a parità di quantità.
Il loro contenuto di magnesio contribuisce a migliorare la circolazione del sangue, contrastando la sensazione di stanchezza e spossatezza a livello sia fisico che mentale.
Il ferro, di cui sono ricchi, contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario, che potrà proteggere il nostro corpo dalle aggressioni esterne nei momenti di maggiore stress.

L’utilizzo di integratori alimentari

Esistono integratori alimentari in grado di darti un aiuto per superare questo periodo di “transizione”.
Tra i tanti il più pratico è sicuramente Mind the Gum, un integratore alimentare in chewing gum contenente al suo interno 15 componenti attive.
Oltre all’aspetto vitaminico (contiene le vitamine B e D sopracitate), ha un notevole impatto sulla tua produttività. Grazie infatti alla caffeina e alla teanina contenute al suo interno è in grado di sostenerti nelle giornate più impegnative aiutando la tua concentrazione e il tuo mental focus.
Puoi acquistarlo sul nostro e-commerce oppure su Amazon

Post recenti

Lascia un commento