GESTIONE DELLO STRESS SUL LAVORO: LE 5 REGOLE D’ORO

 In Benessere

In cerca di consigli per la gestione dello stress sul lavoro? Prendi nota dei nostri suggerimenti e tieni a portata di mano l’integratore per stanchezza mentale MIND THE GUM. Generalmente, quando si parla di stress lavorativo si intende un mancato equilibrio tra le richieste lavorative e le risorse fisiche e mentali a disposizione per fronteggiarle. A questo possono aggiungersi altri fattori stressogeni, quali pressioni esercitate a vario titolo dal capo o dai colleghi, scadenze, obiettivi particolarmente impegnativi da raggiungere, tensioni con clienti o colleghi, fattori comportamentali o fisiologici, stati di frustrazione emotiva. Se hai notato alcuni stati di ansia e di insofferenza nell’ambiente di lavoro, scopri le 5 regole d’oro per la gestione dello stress in azienda e sul lavoro.

1.Imparare a dare il giusto peso alle situazioni
Come accennato, a contribuire alla necessità di gestire lo stress sul lavoro concorrono numerosi fattori di natura emotiva, psicologica e comportamentale. Uno dei consigli per una corretta gestione dello stress lavoro-correlato consiste nel dare il giusto peso a ogni situazione, evitando di sovraccaricare di emozioni e pensieri negativi che acuiscono maggiormente il proprio malessere in azienda. Insomma, fai un bel respiro, e (quando puoi) lasciati scivolare qualcosa alle spalle senza dargli troppo peso.

2. Organizzare tempo e spazio
Quante volte ci capita di arrivare a fine giornata o a una scadenza importante senza aver concluso niente? Situazioni come queste sono fonti di stress sul lavoro, che richiedono di essere contrastate con la giusta organizzazione di attività, tempi, scadenze, risorse, ma anche nell’ambiente fisico in cui si lavoro. Non è a caso, studi scientifici dimostrano che lavorare in un ambiente ordinato, pulito e sereno, aiuti a migliorare la produttività e la concentrazione.

3. Migliorare le abilità assertive
La gestione dello stress sul lavoro comporta inevitabilmente di rivedere il rapporto con i propri colleghi, dipendenti o collaboratori. Nel fare questo, le abilità assertive risultano fondamentali, perché ti aiutano a dire ciò che senti e cosa pensi realmente, senza offendere o ledere i sentimenti altrui. Questo migliora le relazioni in azienda e aiuta a essere resilienti e assertivi anche nelle situazioni più stressanti.

4. Prendersi cura di sé
Parliamoci chiaramente: una persona stressata è una persona che non si prende cura di sé. Il tutto può dipendere dall’incapacità di trovare il giusto equilibrio tra vita privata e vita professionale, tra i bisogni personali e quelli lavorativi, dando vita a un circolo vizioso che può essere deleterio per la propria qualità della vita. Uno dei metodi migliori per gestire lo stress a lavoro consiste proprio nella cura di sè: fai attività fisica per produrre endorfine, prenditi una pausa di tanto in tanto, soddisfa i tuoi bisogni relazionali tutte le volte che puoi, privilegia un’alimentazione sana e dormi a sufficienza tutte le notti.

5. Fare esercizi di rilassamento
Esistono diverse tecniche e esercizi di gestione dello stress sul lavoro, utili anche nella vita di tutti i giorni. Qualche esempio? Puoi mettere in pratica utili tecniche yoga, fare training autogeno, praticare la mindfulness, fare esercizi di respirazione e masticare MIND THE GUM tutte le volte che ne hai bisogno. L’integratore MIND THE GUM è un prezioso alleato del tuo benessere psicofisico: anche a lavoro, ti aiuta a combattere i sintomi della stanchezza mentale che inducono a situazioni di stress e a una perdita di concentrazione. Grazie al suo contenuto a base di vitamine essenziali e principi attivi di origine naturale, MIND THE GUM è il tuo prezioso alleato nella gestione dello stress in azienda e a lavoro.
Non ci credi? Provalo ora! Puoi acquistare MIND THE GUM® su Amazon e sul nostro e-commerce cliccando qui

Leggi anche il nostro articolo su I comportamenti da evitare per ridurre lo stress a lavoro

 

Post recenti

Lascia un commento

Work life balance: come trovare equilibrio tra lavoro e vita privataRidurre lo stress a lavoro: comportamenti da evitare