SONNOLENZA DOPO MANGIATO: QUALI SONO I MIGLIORI ALIMENTI PER EVITARLA

 In Benessere

Lo sapevi che sonnolenza e alimentazione possono essere collegate? Avvertire un senso di stanchezza dopo i pasti è un disturbo molto frequente. Le cause possono essere diverse, ma il consumo di alcuni cibi induce inevitabilmente ad avvertire un senso di spossatezza e di pesantezza che rendono più faticoso rimettersi a lavoro o riprendere i libri. Vuoi sapere come combattere la sonnolenza dopo mangiato? Assicurati di avere a portata di mano l’integratore MIND THE GUM e prendi nota dei migliori alimenti per evitarla.

1) Sali minerali
Una preziosa fonte di energia per combattere la sonnolenza dopo i pasti arriva dai sali minerali. In particolare, gli alimenti ricchi di magnesio e potassio sono tra i migliori alleati per contrastare l’abbiocco che ci accompagna dopo aver mangiato. Particolarmente ricchi di potassio sono i legumi come le lenticchie, ma anche la frutta secca come mandorle, noci e nocciole. Tra i più ricchi di magnesio figurano spinaci, bietole, carciofi, crusca, semi di zucca.
2) Cereali integrali
I carboidrati raffinati sono tra le principali cause di sonnolenza dopo pranzo. Se proprio non puoi rinunciare a un piatto di pasta o a un po’ di pane, meglio preferire quelli a base di farine integrali e cereali non raffinati, ricchi di fibre, di antiossidanti, e vitamine.
3) Proteine
Tra i migliori alimenti per combattere la sonnolenza, figurano le proteine. Le carni magre e bianche, come pollo, tacchino o pesce, sono da preferire alle carni rosse. Un’ottima alternativa è rappresentata dai legumi, senza dimenticare le uova.
4) Frutta e verdura
Ancor meglio se fresche e di stagione, frutta e verdura consumate a ogni pasto sono tra i cibi più indicati per combattere la sonnolenza dopo mangiato, grazie a un elevato contenuto di vitamine, minerali e fibre, utili a contrastare i picchi glicemici.
5) Cioccolato fondente
Contrariamente a quanto si possa pensare, una piccola quantità di cioccolato fondente fa bene alla mente, oltre che al buonumore. Il cioccolato, assunto con moderazione, è ricco di flavonoidi, preziosi antiossidanti, aumenta i livelli di serotonina (il neurotrasmettitore responsabile dell’umore) e assicura anche un buon apporto di minerali come magnesio e potassio.
6) Frutta secca
Nell’elenco dei cibi utili per combattere sonnolenza e stanchezza dopo i pasti è necessario includere anche la frutta secca: mandorle, noci, anacardi, nocciole e pistacchi garantiscono un pieno di vitamine e minerali indispensabili per vincere il senso di spossatezza che ti coglie dopo pranzo.
7) L’integratore MIND THE GUM
Quando ritmi di vita frenetici e obiettivi particolarmente impegnativi ti impongono di dare il massimo, puoi contare sull’apporto dell’integratore MIND THE GUM. Nel suo pratico formato in gomme da masticare, MIND THE GUM è un prezioso alleato per combattere la sonnolenza dopo mangiato. Il merito è della speciale formula bilanciata, arricchita con 15 principi attivi di origine naturale, sapientemente mixati per aiutarti a vincere il senso di stanchezza, recuperare concentrazione e ritrovare le tue abilità mentali. Caffeina, guaranà, teanina, bacopa e grifonia, insieme all’apporto benefico di vitamine A, B e D ti aiutano a tornare attivo e ben focalizzato sul tuo obiettivo. Perchè non potrai più farne a meno? MIND THE GUM è stato ideato appositamente per agire più in fretta e più a lungo di qualsiasi altro integratore. Non ci credi? Provalo ora! Puoi acquistare MIND THE GUM® su Amazon e sul nostro e-commerce cliccando qui

Post recenti

Lascia un commento