COME GESTIRE L’ANSIA DA LAVORO

 In Useful information

Anche se non se ne parla spesso e molte persone interessate da questo disturbo ne soffrono senza saperlo, in realtà l’ansia da lavoro è più comune di quanto si pensi.

In un articolo pubblicato su Psychology, Health and Medicine, l’ansia da lavoro viene definita come una “reazione di ansia fobica con sintomi di panico che si manifestano quando si pensa di doversi avvicinare al posto di lavoro”.

Non sempre, però, l’ansia da lavoro arriva a manifestarsi con sintomi fobici; chi ha a che fare con questo tipo di disturbo manifesta per lo più nervosismo, irritabilità, se non disturbi fisici come gastriti, emicrania o un senso generale di spossatezza.

L’ansia da lavoro colpisce in genere chi ha problemi di ansia da prestazione o, per indole caratteriale, ha difficoltà ad affrontare situazioni altamente competitive o carichi di lavoro pesanti; altri tra i soggetti maggiormente predisposti sono le persone con deficit d’attenzione.

La fine delle ferie estive è uno dei periodi dell’anno in cui l’ansia da lavoro colpisce con maggiore intensità. È bene quindi adottare qualche piccolo accorgimento per non permettere che prenda il sopravvento, sia per non permettere che vada ad influire sulla qualità del lavoro, ma soprattutto che non danneggi la salute e il umore, abbassando la qualità della vita.

Mostrare empatia e creare un ambiente piacevole

Il primo trucco per gestire l’ansia da lavoro è quella di creare sul posto di lavoro una piccola zona di confort, in cui ci si senta a proprio agio, evitando così le tensioni. Creare dei legami non vuol dire necessariamente essere amici, ma semplicemente mostrare il proprio lato umano ed empatico, aumentando la coesione del gruppo e riducendo la competizione individualistica che spesso e volentieri finisce per generare solo inutili protagonismi senza dare alcun valore aggiunto. Lavorare in un team di lavoro affiatato e compatto non potrà che incrementare i risultati.

Coltivare abitudini sane, dentro e fuori l’ufficio

Avere a cuore il proprio benessere è fondamentale per star bene con sé stessi e con gli altri, nonché per raggiungere gli obiettivi prefissati. Sia a lavoro che fuori. Per questo bisogna cercare di coltivare uno stile di vita sano, cercare di fare attività fisica almeno un’ora al giorno (soprattutto se si lavora tutto il giorno a una scrivania), dormire almeno 8 ore a notte. E soprattutto, lasciare il lavoro a lavoro! Portarsi il lavoro a casa può andar bene in via del tutto eccezionale, ma non può e non deve diventare un’abitudine, perché non farebbe altro che alimentare ansia e stress.

Sapersi dare la carica giusta al momento giusto

Quando ci si lascia prendere dall’ansia da lavoro, attenzione, concentrazione e memoria ne risentono immediatamente. Finisce quindi che l’ansia di performare come si desidera porti invece ad ottenere il risultato contrario, inibendo completamente le capacità organizzative e gestionali del soggetto interessato.

Ecco perché è necessario mantenere la calma, fare un bel respiro e masticare un MIND THE GUM. Con la sua formula unica, MIND THE GUM integra ben 15 ingredienti naturali, stimolanti ed energizzanti come la caffeina, il ginseng, il guaranà e la teanina. L’effetto è rapido e duraturo, dando immediatamente la carica senza rendere nervosi o agitati.
Inoltre, test clinici dimostrano che masticare chewing gum mentre si svolgono test mnemonici e di attenzione aumenta la memoria a breve termine fino al 24% e a lungo termine fino al 36%.

Provare per credere! Puoi acquistare MIND THE GUM su Amazon e sul nostro e-commerce cliccando qui.

Post recenti

Lascia un commento